Tue foto sono pubblicati su


Tue foto sono pubblicati su

--La Normanna Gara Podistica Internazionale Mileto 12 agosto 2018 -- Stefano Baldini dice: Uno degli effetti della corsa è l’aumento del desiderio sessuale, si fa l’amore di più e meglio, anche perché il sesso è anche una componente fisica e con la corsa questo si sviluppa... Visitate i nostri archivi centinaia di gare e migliaia di foto dal 204 ad oggi a vostra disposizione .Nel rullo tutte le gare Nazionali mese per mese.Posizionate il mouse sopra e il rullo si fermerà.

Download http://www.correre.org/musiche sito/berlino 2.mp3

Tutte le edizioni della Normanna foto video montepremi

LE GARE NAZIONALI DILUGLIO 2018--------------  10-15/07 I CAMPIONATI MONDIALI JUNIORES su PISTA OUTDOOR Tampere  10/07 N XLIII Gran Premio Estivo Mezzofondo 1^ giornata OUTDOOR Trento (TN)  11/07 I XXIX Meeting Int. Sport Solidarieta' OUTDOOR Lignano Sabbiadoro (UD)  14/07 I XI Triveneto Meeting OUTDOOR Trieste (TS) 14/07 I Asta in Piazza 6^ Edizione PIAZZA e altri ambiti Aosta (AO)  14/07 N TROFEO DELLE REGIONI MASTER OUTDOOR Misano Adriatico (RN) 15/07 B III Gamba Buna Trail km 10 TRAIL Caino (BS)  17/07 N XLIII Gran Premio Estivo Mezzofondo 2^ giornata OUTDOOR Trento (TN)  20/07 N XXIV Memorial Mario Agosti OUTDOOR Pordenone (PN) 21/07 B XIX Stralivigno km 21 TRAIL Livigno (SO) 21/07 N C.It. Nordic Walking Agonistico - V tappa km 10 U/km 5 D NORDIC WALKING Tolentino (MC)  21/07 I III Sprint Meeting Merano OUTDOOR Merano (BZ)  21/07 N XXXIX Trofeo Giovanni Moramarco OUTDOOR Matera (MT) 22/07 N CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e di SOCIETÀ Sen/Pro e Jun di CORSA IN MONTAGNA - 2^ Prova (salita) 3^ pr. Mountain Classic Cup - EOLO Mountain and Trail G.P. MONTAGNA Tavagnasco (TO) 22/07 B XX S.Giacomo/Altissimo km 5 MONTAGNA San Giacomo Di Brentonico TN 22/07 B III Cansiglio Run Nazionale km 34.200 - 4^ pr. Trail Cup - EOLO Mountain and Trail G.P. MONTAGNA Alpago BL  24/07 N XLIII Gran Premio Estivo Mezzofondo 3^ giornata OUTDOOR Trento (TN)  26/07 G XCIII Giro Podistico di Castelbuono km 11,340 U/km 5,670 D STRADA Castelbuono (PA) 27/07 N XVII Salto con l'Asta in Piazza a Silandro PIAZZA e altri ambiti Silandro (BZ)  28/07 B XXIII Attraverso le Mura km 10,2 - km 8,2 STRADA Massa (MS)  28/07 I II Meeting Sestriere Meeting nazionale giovanile + gare salti internazionali ad invito OUTDOOR Sestriere (TO)  28/07 N Ascoli Meeting 2018 OUTDOOR Ascoli Piceno (AP)  28-29/07 I INCONTRO INT.LE DI PROVE MULTIPLE JUN/PRO OUTDOOR Aubagne  29/07 B XIII Trofeo delle Due Torri km 12,200 STRADA Torre Santa Sabina BR 29/07 S XXVI Giir di Mont km 32/20 MONTAGNA Premana (LC) ------------------------------------------------------------------------------------------------------------ GARE REGIONALI CALABRIA LUGLIO 2018 ---------------------  15/07 R 12^ Corrinotte All/Ass/Mas 9 km circa 8^ prova CdS Regionale Master corsa su strada STRADA Roccella Jonica RC  22/07 R 3^ Corrivibomarina All/Ass/Mas 8 km circa 9^ prova CdS Regionale Master su strada STRADA Vibo Marina VV  29/07 R 3^ Corri nel Borgo corsa su strada km 8,5 circa Ass/Master STRADA Cirò (KR)

Mileto 08 luglio  2018  "Ciclo Pedalata Pellegrinaggio  Madonna della Catena"

Organizzazione KataClub Mileto.

Photo Gallery by correre.org

compleanno/birthdays

cumpleanos/anniversaires 

geburtstage                                               

Calendario 2018

Santi del giorno

Ora esatta e fuso orario in tutti i paesi del Mondo calocola qui

Primiero Dolomiti.  Spettacolo nella 3° Primiero Dolomiti Marathon: Italo Cassol e Barbara Bani vincono la 42km, a Cagnati e Caglio la 26km

C'è chi arriva qui, nel cuore del Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino (TN), per godersi la bellezza dei suoi invidiatissimi panorami; altri vengono qui per affrontare coraggiosamente i suoi ripidi pendii, e altri ancora, invece, giungono in questo stupendo angolo del Trentino per assaporare le inimitabili proposte enogastronomiche. Oggi, in 2.400, hanno fatto tutto questo e persino di più – e soprattutto più velocemente: parliamo dei runners che hanno partecipato alla quarta edizione della Primiero Dolomiti Marathon, una gara di trail running che ormai è entrata stabilmente nel cuore degli appassionati.

 

Saranno le vedute, sarà la varietà dei passaggi, sarà la gioia che gli atleti incontrano borgo dopo borgo o l'atmosfera festosa che accompagna l'evento dall'inizio alla fine, sarà l'organizzazione sempre sublime dell'US Primiero... sta di fatto che gli atleti arrivano immancabilmente alla striscia dell'arrivo esausti, ma con un sorriso che da solo riesce a descrivere la bellezza di questa gara di corsa alpina che si svolge su tre percorsi diversi. E che tracciati: il più impegnativo parte dall'ottocentesca Villa Welsperg, nella suggestiva Val Canali, e si snoda per 42 chilometri e 1.242 metri di dislivello fino al centro di Fiera di Primiero. L'altro trail, da 26 chilometri, trova invece il proprio start sotto le maestose Pale, a San Martino di Castrozza. Un terzo percorso, poi, è stato preparato anche quest'anno per chi ha voluto sgambettare spensieratamente, senza faticare troppo: si tratta del Family Trail, con i suoi 6,5 chilometri con partenza e arrivo a Fiera di Primiero.

 

A portarsi a casa il primo posto del lungo – valevole per il challenge Eolo Fidal Mountain and Trail Grand Prix 2018 – è stato a sorpresa il ruspante diciannovenne bellunese Italo Cassol del team Alpago Tornado Run, con un tempo record di 3 ore e 34 secondi. Dopo aver percorso i primi chilometri insieme al favorito Michele Tavernaro, il giovane runner ha deciso di andare in solitaria tra le baite, i prati e i boschi che collegano la Val Canali a San Martino di Castrozza.

 

Da lì in poi la solitudine più assoluta, e una crescente convinzione di poter tagliare per primo il traguardo. Fino a poche ore prima, però, Cassol non pensava certo di primeggiare: «mi sono slogato la caviglia tre settimane fa, sono stato fermo per due settimane. Ho ripreso ad allenarmi da poco». Beata gioventù! Dietro di lui, come si diceva, il campione primierotto Tavernaro, soddisfatto del proprio tempo, e Silvano Beatrici, capace di sopravanzare con una irresistibile rimonta, al penultimo punto di ristoro, l'ottimo Carlo Rigoni.

Per conoscere la vostra posizione societaria cliccare sulla  Regione

Siamo forti maratoneti perchè siamo il piede dell’Italia

Non c'è stata davvero storia tra le donne: Barbara Bani ha infatti conquistato la prima posizione nei primissimi metri di gara per poi non mollarla più per i successivi 42 chilometri, sfilando gloriosa sotto le favolose cime delle Dolomiti e del Lagorai Orientale, senza rivali e senza troppi pensieri. «Questa gara costringe a correre sempre, e se non ci si gestisce bene ti può mettere in croce» ha spiegato l'azzurra, reduce dai Campionati Mondiali Long Distance in Polonia. 3 ore, 26 minuti e 21 secondi il suo tempo, con quasi 30 minuti di divario dalla seconda classificata, la lussemburghese Tatiana Quesada del team Caeg Grevenmacher. A chiudere il podio della maratona alpina femminile Sara Stella, del team United Trail&Running.

 

Non tutti si sono cimentati nel lungo. Circa 1.400 partecipanti hanno infatti optato per il tracciato di 26 chilometri, con partenza a San Martino di Castrozza. Qui il dislivello in salita si faceva meno impegnativo, con 'soli' 448 metri di salita e 1.198 metri in discesa. La sfida, fin dalla vigilia, si annunciava tra due nomi precisi, ovvero quello del bellunese Luca Cagnati, azzurro fin dal 2013 e già vincitore lo scorso anno sul medesimo percorso, e l'idolo di casa Giancarlo Simion, due volte vincitore della 42 chilometri, che ogni anno scende dalla Svezia, dove lavora, per correre tra i propri boschi e pascoli natali.

I due sono partiti quasi a braccetto, studiandosi a vicenda, puntando magari a correre insieme fino ai 1.683 metri di altitudine del Passet di Calaita, sfilando lungo le affascinanti acque dell'omonimo lago, per poi darsi battaglia in discesa. Non fosse che, come ha spiegato Simion, «Luca ne aveva certamente di più: ho capito che non c'era storia, e quindi dopo qualche chilometro ho scelto di prendermela con calma, godendomi il panorama».

Il traguardo è dunque stato tagliato con un tempo di 1h34'03'' da Cagnati, che ammette «oggi infatti stavo bene, ma gli ultimi 5 chilometri ero un po' in difficoltà, forse perché sono partito troppo forte». Dietro di loro si è invece piazzato il ferrarese Massimo Tocchio del team Salcus, non aduso a queste pendenze ma comunque capace di conquistare orgogliosamente l'ambito podio. La 26 chilometri femminile ha invece visto il trionfo della peraltro orientista Anna Caglio, del team Polisportiva Besanese, dritta dritta dalla Brianza, che con un tempo di 1h50'55'' ha rifilato 5 minuti di distacco alla seconda Giulia Montagnian, dell'Atletica Saluzzo. Chiude in bellezza anche la terza Silvy Turcato, del Gruppo sportivo Piombino Dese.

Created By MiletoMarathon

Provincia di Vibo Valentia Tropea e dintorni photo Gallery

Più di venti nazioni diverse rappresentate dagli atleti in gara, tante lingue parlate, e tanta, tanta passione per lo sport e per la montagna: anche quest'anno la Primiero Dolomiti Marathon ha dato il meglio di sé, con la soddisfazione di Luigi Zanatel, presidente della US Primiero: «Siamo molto felici, non solo per il numero di partecipanti, ma anche per la qualità degli atleti che si sono presentati al via». Un successo che non arriva certo dal nulla. Dietro a questa perfetta macchina organizzativa ci sono infatti circa 500 volontari, e anni di studio e di impegno: «abbiamo studiato questo percorso con lo staff di Primiero e con degli specialisti per più di 6 anni prima di decidere questo esatto tracciato, che proponiamo già da tre anni». Ora, mentre si scrive, i runner stanno festeggiando al Primiero Dolomiti Village con il Forst Party: l'appuntamento, naturalmente, si rinnova anche per il 2019.

 

RISULTATI COMPLETI

 

Barocco Race.Alberto Amenta e Maia Cotrin si aggiudicano l'ottava edizione della Barocco Race

Due onde di colore hanno attraversato il cuore del Barocco della Val di Noto alle ore 6 in Piazza Pola Ragusa Ibla ha preso il via la manifestazione denominata Baroque Race con la gara dedicata ai camminatori , il grupppo fitwalking si e' cimentato sulla distanza dei 24km che copre il copoluogo ibleo fino a Scicli attraversando Modica quasi 200 camminatori si sono distinti nella pratica della camminata sportiva.

 

Alle 7 lo start della manifestazione competitiva, l'ottava edizione della baroque race con 300 podisti sulla linea di partenza; gia' dal primo chilometro si piazza davanti il vincitore Amenta portandosi sulla linea del traguardo con un tempo degno di nota di 1h 24m 16 s tempo impiegato per percorrere i 24km con una media di 3.31, distaccando di ben 6 minuti il secondo alteta Carrubba Michele tesserato Atletica Padua fermando il crono 1h 30m 27s, chiude il podio maschile Azzollini Cosimo della societa' Ultrarunning Ragusa con un tempo di 1h 31m 06s.

 

Nel podio rosa vince su tutti Maia Cotrin Margareth Asd no al Doping e alla droga "Societa' organizzatrice" con il tempo di 1h 39m 11s rosicando ben 30 secondi dal record della gara femminile, detenuto da Genemisi Elena.

 

Al secondo posto arriva Mazza Sabrina Barocco Running con il tempo di 1h 47m 28s, nel gradino piu basso del podio troviamo Galioto Maria Alessandra Societa' Ortigia Marcia con il tempo di 1h 50m 12s.

 

Le societa' di camminatori che si sono maggiormente distinte per numero di atleti sono state Amuni con 49 a seguire Eloro Running 23 e Tre colli Scicli con 20.

Manifestazione curata da Asd no al doping, Uisp territoriale Iblei guidata da Tonino Siciliano.

 

.

 

Ogni mattina,

alzandoti, e ogni sera, prima di andare a dormire, ringrazia la vita dentro di te e per la vita tutta, per tutte le buone cose che il Creatore ha dato a te e agli altri, e per l’opportunità di crescere ogni giorno di più. Considera quanto hai fatto e pensato nel corso del giorno e chiedi il coraggio e la forza di diventare una persona migliore. Cerca quanto puo’ essere beneficio a tutti.

Rispetto. Rispetto significa:”sentire o dimostrare onore o stima per qualcuno o per qualcosa; considerare il benessere degli altri o trattare qualcuno o qualcosa con deferenza e cortesia”. Mostrare rispetto è un principio di base nella vita: tratta in ogni circostanza ogni persona, dal più piccolo bimbo al più maturo degli anziani, con rispetto

 

Un caloroso grazie ai 3 comuni che ci hanno ospitato, Ragusa , Modica, Scicli, ai Carabinieri per l'assistenza lungo il percorso, la Polizia Municipale di Ragusa Modica e Scicli, i Volontari della Misericordia di Modica, Ranger wolf di ragusa, l'avis di Modica, Mototurismo Ragusa, Bio Vivai di Enzo Taranto, nonche' tutti i Volontari sparsi lungo il percorso che si sono prodigati per tutti gli atleti. Un ringraziamento speciale ai nostri sponsor Usa Sport di Ragusa, Acqua Santa Maria e i Vini Mazza.

 

500 volte grazie agli atleti che hanno voluto condividere una magnifica giornata di sport tra le perle del barocco ibleo patrimonio dell'Unesco.

Prossimo appuntamento per gli amici del podismo il 5 agosto 2018 per la "Filippide" gara che partendo da Chiaramonte Gulfi arriva alla Casa di Montalbano a Punta Secca

San Costantino Calabro 08/07/2018. "II edizione del Trofeo CorriSanCostantino"

Legami - potrò ancora cantare -

Scacciami - il mio mandolino

Risuonerà sincero, dentro -

Uccidimi - e la mia Anima salirà

Inneggiando in Paradiso -

Ancora tua -

Emily Dickinson

 

E vanno gli uomini ad ammirare le vette dei monti, ed i grandi flutti del mare, ed il lungo corso dei fiumi, e l'immensità dell'Oceano, ed il volgere degli astri.e si dimenticano di se medesimi

(Sant'Agostino)

 

Due amanti silenziosi somigliano a due arpe con lo stesso diapason e pronte a confondere le voci in una divina armonia

(A.Karr)

 

Dovunque l'uomo voglia vendersi trova degli acquirenti

(Henri Lacordaire)

 

E' mia ambizione dire in dieci frasi quello che altri dicono in interi volumi

(Friedrich Nietzsche)

 

E' curioso a vedere che quasi tutti gli uomini che valgono molto hanno le maniere semplici; e che quasi sempre le maniere semplici sono prese per indizio di poco valore

Giacomo Leepardi)

 

I vincitori della seconda edizione "Trofeo CorriSanCostantino" sono Antonio Amodeo e Nadine Luz De La Cruz Aguirre.

 

 

L’ Asd Atletica San Costantino Calabro con la collaborazione del Comitato Regionale Fidal ed il Patrocinio del Comune di San Costantino Calabro, ha organizzato la II edizione del "Trofeo CorriSanCostantino", gara su strada aperta alle categorie Allevi, Assoluti e Master maschile e femminile; la manifestazione era valida anche come 2^ prova del Campionato Regionale Individuale Master di corsa su strada.

 

L'appuntamento per tutti gli atleti è stato fissato per le ore 16:00 presso viale Rimembranze, dove i giudici Fidal hanno verificato le iscrizioni e poi alle 18:00 è avvenuta la partenza della gara non competitiva di 4 km ovvero 2 giri del circuito aperta a tutti, e subito dopo alle 19:00 circa è partita la gara competitiva master maschili e femminili insieme a percorrere 8 km su un circuito di 2 km, da ripetere 4 volte che attraversava la parte centrale del paese ed a parte qualche salita, non presentava particolari difficoltà tecniche.

 

Pronti, partenza, via e subito in testa si è piazzato l'atleta dell'A.S.D. Castrovillari Antonio Amodeo cheha mantenuto sempre la prima posizione ed ha tagliato per primo il traguardo, secondo si è piazzato Suleyman Bandeh di Cirò Marina che Corre, terzo l'atleta della Libertas Lamezia Domenico Tucci.

 

Per quanto riguarda la gara femminile, non c'è stata storia, infatti dal primo giro si è piazzata al comando l' atleta della G.S. Il Fiorino, Nadine Luz De La Cruz Aguirre che ha tagliata il traguardo per prima con un vantaggio enorme sulla seconda che è stata l'atleta della Cosenza K42 Chiara Raffaele, terza si è piazzata l'atleta della Corri Con noi Palmi, Concetta Saffioti.

 

A fine gara è stato allestito un buffet ristoro di dolci che ha deliziato tutti gli atleti e poi è stata fatta la premiazione, in presenza di una rappresentanza del Comune Di San Costantino, del Presidente Fidal Regionale Ignazio Vita, del presidente dell'Atletica San Costantino Raffaele Mancuso e tutti i suoi dirigenti,il tutto con la coordinazione del maestro dello sport Pasquale Mazzeo.

 

Ringraziamo tutta l'Atletica San Costantino per la bella manifestazione organizzata, tutti gli atleti intervenuti, i giudici Fidal e tutto il pubblico che numeroso, ha applaudito e sostenuto gli atleti; arrivederci al prossimo anno!

 

 

Redazione Correre.org- Rossella Artusa    FotoGallery By Salvatore Auddino

 

Farò della mia anima uno scrigno

per la tua anima,

del mio cuore una dimora

per la tua bellezza,

del mio petto un sepolcro

per le tue pene.

Ti amerò come le praterie amano la primavera,

e vivrò in te la vita di un fiore

sotto i raggi del sole.

Canterò il tuo nome come la valle

canta l'eco delle campane;

ascolterò il linguaggio della tua anima

come la spiaggia ascolta

la storia delle onde.

 

Kahlil Gibran

Arezzo Tricolori Master di atletica. Ottaviani, 102 anni, protagonista

Importante manifestazione con tanti partecipanti, ben 2500

 

 

Molta curiosità per Giuseppe Ottaviani che a 102 anni si è cimentato nel salto in lungo e nel peso. Ha vinto nella sua categoria, ma quello che più conta è che questo eterno atleta marchigiano ancora trova la forza fisica e mentale per gareggiare. Tra i personaggi ai tricolori Master ben organizzati dall’UP Policiano, l’ex portiere Lamberto Boranga, 76 anni e la casentinese Sandra Dini che stamani farà il salto in alto dove nel 1981 vinse il titolo italiano assoluto.

 

Fausto Sarrini

Vincenzo Felicetti

Dopo un solo mese di preparazione in seguito ad uno stop completo di un anno ho compito forse la migliore impresa della mia lunga carriera da master. Ho vinto il mio 80esimo titolo italiano. Un grazie particolare al mio amico Luca Maria Vena che mi ha operato di menisco e curato la metatarsalgia. Sono anche grato al mio grande amico prof Luca De Ponti per la Fornitura di un plantare miracoloso. Infine un bacio a tutti i miei cari ed agli amici che mi sono stati vicini.

 

Salvatore Auddino

Nella sua carriera sono tanti i titoli conquistati dal Prof.Vincenzo Felicetti, da quelli Nazionali quelli  Mondiali, una lunga passione e abnegazione che dura da una vita; per questo gli facciamo i migliori in bocca al lupo, augurandogli ancora tanti traguardi e una lunga carriera, simile a quella di Giuseppe Ottaviani ( 102 anni) . Lunga vita quindi, con l'Atletica nel cuore.

Charlie Chaplin

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere così come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita

prima che l’opera finisca senza applausi…

Reggio Calabria, Domenica 1 Luglio 2018 "CORRI KIWANIS"

I vincitori della prima edizione della Corrikiwanis sono Alberto Caratozzolo e Teresa Latella.

 

Allorché la terra fu creata con tutti gli esseri viventi,

l'intenzione del Creatore non fu di renderla vivibile solo agli uomini.

Siamo stati messi al mondo

assieme ai nostri fratelli e sorelle,

con quelli che hanno quattro zampe,

con quelli che volano e con quelli che nuotano.

Tutte queste forme di vita, anche il più piccolo filo d'erba,

formano con noi una grande famiglia.

Tutti siamo fratelli e tutti siamo ugualmente importanti su questa terra.

 

Siamo a 300 grazie a v oi

Siamo donne uomini e marziani

Siamo il coraggio

che ti fa cominciare

la passione per continuare

la sfida con te stesso

Siamo le gocce di sudore

le lacrime di gioia

il bacio alla terra di Gelindo

il pugno al cielo di Stefano

Siamo i master pieni di futuro

i chili che hai perso

i compagni di strada

che altrimenti

non avresti conosciuto

Siamo borracce, canfora

e pipì dietro gli alberi

Siamo la tua prima maratona

e non saremo l'ultima

neve, deserto, pietr e città

e polvere di pioggia

e rispetto dell'avversario

Siamo albe

di colazioni al miele

buio di sentieri da trail

tende e veglie nella 24 ore

scarpe che non vuoi

ti buttino via

siamo bottega amara

di cortesia

Siamo domande, dubbi,

perchè, errori, infortuni

Siamo e saremo solo

tempi di passaggio.

La Società Atletica Olympus, con il suo Presidente Pasquale Latella; in collaborazione con l’Associazione Kiwanis Club di Reggio Calabria, con il suo Presidente Natale Praticò e la FIDAL Calabria ha organizzato, a Reggio Calabria, una manifestazione sportiva di corsa su strada su un percorso di 10 Km, riservata ai tesserati FIDAL, nelle categorie All/Jun/Pro/Sen/Mas maschile e femminile, ai possessori della RUNCARD FIDAL ed ai tesserati agli enti di promozione sportiva, ed una corsa non competitiva ad andatura libera di 2,5 Km aperta a tutti.

Questa è una manifestazione che interessa tutti gli amanti dello sport e della solidarietà, infatti i fondi raccolti durante questa prima edizione della CorriKiwanis sono destinati per il futuro primo parco inclusivo della città di Reggio Calabria, ovvero, uno spazio accessibile, dove tutti possono giocare insieme.

Questa manifestazione è una delle tantissime iniziative a cui collabora l’Associazione Kiwanis Club,che individua nei bambini la priorità numero uno nelle sue azioni al servizio alla comunità, per cui lavora da sempre per sostenere ed aiutare tutti i bambini.

 

Questo bellissimo evento ha avuto lo start verso le 15:00 quando tutti i protagonisti: atleti, amatori, appassionati, bambini e volontari si sono ritrovati a Piazza Indipendenza e in un attimo,lo splendido lungomare di Reggio Calabria si è arricchito di voci, colori, sorrisi, giochi di bambini e tutto intorno si è respirato un'aria di festa, di quella festa che solo lo sport vero sa creare, c'erano un' area giochi per bambini, mini tornei di basket, esibizioni e lezioni di prova di spinning, animazione musicale.

 

Tutti i protagonisti, con la loro voglia di esserci, hanno fatto respirare un'aria di festa sul km di lungomare più bello d'Italia,come disse Gabriele D'Annunzio e come, prontamente ha ricordato lo speaker della manifestazione, ovvero il Maestro dello Sport, Pasquale Mazzeo, che verso le 18:50 ha incominciato a chiamare i non competitivi alla partenza e poi alle 19:00 è stato dato il via alla gara non competitiva di 2,5 km;tantissimi i partecipanti che si sono dimostrati solidali a questa bella iniziativa, tanti adulti ma soprattutto tanti bambini pieni di entusiasmo e voglia di protagonismo.

 

Alle 19:45 è stata la volta della gara competitiva, quella degli atleti veri che si misurano con loro stessi e cercano sempre di dare il meglio; hanno dovuto percorrere 10 km sullo stesso circuito della non competitiva ma da ripetere 4 volte, anche in questa seconda partenza tanti sono stati i partecipanti che si sono lanciati nella gara che si è dimostrata più dura del previsto per il gran caldo. In testa fin dal primo giro si sono piazzati i due compagni di squadra, Carbone e Caratozzolo, seguiti a breve distanza da Jammeh e Nucera; queste posizioni sono state mantenute fino a l'ultimo giro, quando Alberto Caratozzolo della Cosenza K42, ha staccato il compagno ed ha tagliato per primo il traguardo fermando il cronometro a 33.38; dietro si è piazzato Aldo Carbone 33.51; ha chiuso terzo con un gran sprint finale l'atleta dell'Atletica Barbas Antonio Nucera 34.04 che negli ultimi 100 metri ha superato Ibrahim Jammen dell'Atletica Sciuto che ha chiuso in 34.21. Tra i tanti partecipanti, menziono l'amico Francesco Monti che ha chiuso i suoi 10 km in 37.11 e si è piazzato dodicesimo assoluto.

 

La gara femminile ha visto sempre in testa la bravissima atleta di Palmi che corre per la Podistica Messina, Teresa Latella, che ha chiuso la gara in 41.05 ed ha lasciato più di 2 minuti alla seconda classificata, Rosa Ciccone dell'Atletica Sciuto, 43.36; terza si è piazzata la giovanissima Giulia Romeo, tesserata con l'Atletica Barbas che ha chiuso in 43.43

A fine gara sono seguite le premiazioni alla presenza del Presidente della Fidal Regionale Ignazio Vita ed è stato consegnato l'assegno di 3 mila euro alla Piccola Opera Papa Giovanni Onlus che è l'Associazione che per il suo cinquantesimo anno di servizio, ha deciso di donare un parco giochi alla città di Reggio Calabria.

 

Quella che, la Società Atletica Olympus e l'Associazione Kiwanis, ci hanno fatto vivere oggi, è stata sicuramente una splendida giornata di sport e solidarietà, una giornata di quelle che lascia il segno e ti fa credere e sperare in un futuro migliore, più ricco di collaboratività, solidarietà e amore perchè ognuno di noi, guardandosi dentro e conoscendosi meglio, come suggerisce il nome Kiwanis che deriva dall' idioma della tribù indo-americana Okipei e che può riassumersi in “Conoscersi Meglio”, sa che può sempre dare di più.

Grazie a tutti ed arrivederci al prossimo anno.

 

Redazione Correre.org- Rossella Artusa            FotoGallery By Salvatore Auddino                 Classifica

 

 

Lo sport, va da dire che le discipline sportive sono tante, di sicuro il loro papà si chiama sport ed è il proprietario di tutte le attività psico- fisiche. Quando si intraprende una disciplina, si entra far parte di un mondo diverso, un mondo fatto di regole e di rispetto, un mondo che ti matura dentro l'anima e ti fa sopportare fatiche immense,un mondo che ti ricompensa con momenti di vera felicità, è come il contadino quando ara la terra e semina, all'inizio è sofferenza e stanchezza ma poi arriva il tempo del raccolto dei frutti; chi ha seminato bene raccoglie frutti buoni. Quando sono arrivato qui a mileto non avevo né terra né alberi da frutto, allora, ho pensato che bisognava seminare qualcosa e così ho fatto; ho seminato quello che la vita mi ha insegnato ossia amare la natura, vivere lo sport come stile di vita, avere rispetto delle cose e degli altri, e così, anche io, mi ritrovo a raccogliere i frutti della mia semina che si chiamano amicizia, amore, fraternità; cose che ultimamente sono diventate una merce molto rara. Se non avessi divulgato lo sport ,oggi , non avrei avuto gli amici che ho, che mi fanno sentire importante e mai solo, sono fiero di loro e ne ho molta stima; questa ricchezza va conservata gelosamente e anche se a volte abbiamo opinioni diverse, è bene,perché ciò serve a cementare e a far diventare sempre più forte il legame che ci unisce. Tutto ciò però, non è farina del nostro sacco ma semplicemente lo sport che ci ha uniti, padre buono dei valori importanti della nostra vita sociale. Salvatore Auddino 30 gennaio 2009

Europei Montagna: azzurri in trionfo! 01 Luglio 2018

Storica tripletta al maschile di Bernard Dematteis, Cesare Maestri e Martin Dematteis a Skopje (Macedonia) per riconquistare il titolo a squadre. Due ori anche giovanili con Angela Mattevi e il team U20 femminile.

 

L’Italia Team protagonista di un’impresa storica nei Campionati Europei di corsa in montagna a Skopje, in Macedonia. Gli azzurri monopolizzano il podio della gara senior maschile con un’inedita tripletta: Bernard Dematteis conquista il terzo titolo continentale della sua carriera, dopo quelli del biennio 2013-14, seguito dall’argento del trentino Cesare Maestri e dall’altro gemello piemontese Martin Dematteis, bronzo in rimonta per la vittoria a squadre insieme a Francesco Puppi, ottavo al traguardo. Mai tre atleti della stessa nazione erano arrivati così in alto tra gli uomini in questa manifestazione.

 

Dominio italiano anche nella prova under 20 femminile con il successo della trentina Angela Mattevi che trascina le altre azzurrine Alessia Scaini (quarta), Gaia Colli (settima) e Anna Arnaudo (undicesima) verso l’oro per team, in una categoria che ancora non aveva visto l’Italia al vertice nelle precedenti edizioni dell’evento. Al maschile, sempre tra gli under 20, bronzo individuale del lombardo Giovanni Rossi con la squadra in quarta posizione. Stesso piazzamento ai piedi del podio per la formazione senior femminile con Alice Gaggi nona e la maratoneta Emma Quaglia, al debutto nella Nazionale di corsa in montagna, quindicesima mentre si conferma la svizzera Maude Mathys.

 

Il medagliere italiano finale è di 4 ori, 1 argento e 2 bronzi nella rassegna disputata sul monte Vodno in un percorso di salita e discesa, come avviene negli anni pari.

Per la terza volta consecutiva gli azzurri trionfano nella gara maschile, in una serie iniziata da Martin Dematteis (2016) e Xavier Chevrier (2017), e tornano ad imporsi nella classifica a squadre vinta nella scorsa edizione dalla Francia dopo un ventennio di supremazia italiana. Questi gli altri risultati di oggi: Gloria Giudici 19esima e Samantha Galassi 25esima al femminile, invece 12° Simone Masetto, 15° Dionigi Gianola e 44° Alessandro Lotta nella gara under 20.

Chiesi a Dio...

di essere forte per eseguire progetti grandiosi:

Egli mi rese debole per conservarmi nell'umiltà.

Domandai a Dio che mi desse la salute

per realizzare grandi imprese:

egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.

Gli domandai la ricchezza per possedere tutto:

mi ha fatto povero per non essere egoista.

Gli domandai il potere

perché gli uomini avessero bisogno di me:

egli mi ha dato l'umiliazione

perché io avessi bisogno di loro.

Domandai a Dio tutto per godere la vita:

mi ha lasciato la vita

perché potessi apprezzare tutto.

Signore, non ho ricevuto niente di quello

che chiedevo,

ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno

e quasi contro la mia volontà.

Le preghiere che non feci furono esaudite.

Sii lodato; o mio Signore,

fra tutti gli uomini

nessuno possiede quello che ho io!

Kirk Kilgour

Created By correre.org

Created By Correre.org


Tue foto sono pubblicati su 72
Applica leffetto Polaroid alle tue foto Altroblog
Tue foto sono pubblicati su 1
Corato: Incidente su via Prenestina, auto si ribalta Le foto
Tue foto sono pubblicati su 37
Fotoritocco: Modificare Foto Gratis - 20 Software Da
Tue foto sono pubblicati su 66
Foto di mia moglie scambio su whatsapp- casalinghe
Tue foto sono pubblicati su 29
TinyPic - Free Image Hosting, Photo Sharing Video
Tue foto sono pubblicati su 13
Come dipingere da una Foto Disegno Pittura
Tue foto sono pubblicati su 30
Tue foto sono pubblicati su 46
Tue foto sono pubblicati su 74
Tue foto sono pubblicati su 9
Tue foto sono pubblicati su 24
Tue foto sono pubblicati su 45
Tue foto sono pubblicati su 25
Tue foto sono pubblicati su 14
Tue foto sono pubblicati su 75
Tue foto sono pubblicati su 100